Il territorio ravennate è di nuovo colpito da una tragedia sul lavoro. Venerdì 28 aprile - in concomitanza con la Giornata mondiale della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e a ridosso della Festa del Primo Maggio - ha perso la vita un uomo di 48 anni a Faenza. In questo momento di grande dolore, il pensiero di Cgil, Cisl, Uil va ai familiari della vittima dell’incidente. Oltre a esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia di Luca Ferretti, i sindacati auspicano che sia fatta al più presto chiarezza su quanto avvenuto e le indagini possano chiarire eventuali responsabilità.

Nonostante i proclami del Governo, si continua a morire sul lavoro. Cgil, Cisl e Uil chiedono azioni concrete per arginare un’emergenza che interessa tutto il mondo del lavoro. Servono più controlli e una formazione continua per garantire e migliorare le condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro.

SALUTE E SICUREZZA