Il “bonus sociale” per l’energia elettrica, il gas e l’acqua ha l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per le forniture di energia elettrica, gas e acqua.

Il bonus consiste in uno sconto applicato alle bollette per 12 mesi.

Per accedere ai bonus è necessario avere una certificazione ISEE con valore dell’indicatore fino a 15.000,00 €; per i nuclei familiari con quattro e più figli a carico fino a 30.000 €.

A partire dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico sono riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto: non è più necessario presentare domanda presso il Comune per ottenere i bonus.

Per ottenere i bonus per disagio economico è sufficiente richiedere l’attestazione ISEE. Se il nucleo familiare rientrerà nelle condizioni che danno diritto al bonus, l’INPS, in conformità a quanto previsto dalla normativa sulla privacy, invierà i dati necessari al Sistema Informativo Integrato (SII), gestito dalla società Acquirente Unico, che provvederà ad incrociare i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas e acqua consentendo l’erogazione automatica del bonus agli aventi diritto.

Il bonus elettrico è previsto anche per i casi di grave malattia (bonus per disagio fisico) che imponga l’uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita; per tali casi il bonus non verrà erogato automaticamente in quanto non è necessaria la certificazione ISEE. Questo bonus è infatti gestito dal Comune, al quale bisogna fare riferimento per effettuare la richiesta.
Lo “sconto” sarà applicato senza interruzioni fino a quando permarrà la necessità di utilizzare tali apparecchiature.

CAAF, SOSTEGNO AL REDDITO, CASA, SUNIA, ISEE