17-23 marzo 2014 settimana di azione contro il razzismo Cgil, Cisl, Uil ricordano l’emigrazione italiana

In occasione della settimana di azione contro il razzismo, in programma dal 17 al 23 marzo, Cgil, Cisl e Uil propongono quest’anno in tutta Italia la campagna “Quando i migranti eravamo noi…per ricordare e riflettere”. Attraverso la stampa e diffusione di cartoline si affronterà il tema dell’emigrazione italiana all’estero.
Dal 1870 al 1970, 26 milioni di italiani hanno scelto di lasciare il nostro Paese per cercare nuove opportunità lavorative, alla ricerca di una vita migliore. Un’esperienza, quella migratoria, che non ha risparmiato gli emiliano-romagnoli. Fotografie, articoli di giornale, documenti amministrativi, lettere, testimonianze ricostruiscono una storia di speranza e successo, ma anche di sofferenze.
Fare memoria del nostro passato, attraverso un’immagine o un dato storico, ci obbliga a riconoscere la vicinanza con chi attualmente vive la condizione di migrante, promuove processi di identificazione positivi e contribuisce a ricercare la comprensione e l’incontro, piuttosto che la chiusura a priori basata su un pregiudizio. Le cartoline andranno a ripercorrere alcune fasi dell’emigrazione dell’Italia. E’ emblematica la scelta di una vignetta satirica pubblicata da un giornale australiano, che dipingeva l’italiano come una persona aggressiva, violenta, rozza, quasi subumana. Ed è sorprendente leggere testi americani del primo Novecento o testi europei della seconda metà del Novecento - pensiamo alla migrazione italiana degli anni 60 e 70 nel Nord Europa - che riportano frasi discriminatorie molto simili a quelle che purtroppo spesso sentiamo ora rivolte ai nostri concittadini immigrati. Gli stereotipi e i pregiudizi sono ancora purtroppo molto diffusi. E sono fortemente orientati dalla provenienza geografica e dall’immagine che abbiamo di un determinato Paese, più che dalla conoscenza diretta della persona, dai suoi comportamenti effettivi. La settimana di azione che ricorre ogni anno ci offre l’opportunità di focalizzare l’attenzione sul tema, ben sapendo che la lotta per le discriminazioni, per le pari opportunità, per il riconoscimento delle differenze come arricchimento e non come problema, si combatte ogni giorno, e in ogni luogo.
Le cartoline saranno distribuite gratuitamente nelle sedi sindacali e in banchetti pubblici in tutta la provincia di Ravenna.

CGIL CISL UIL Ravenna
R.Martelli, E. Fiorani, R. Neri
Condividi: