Poste Italiane, dal 5 dicembre è ripresa la protesta dei lavoratori

Slc Cgil denuncia pesanti carenze di personale: “le già critiche condizioni lavorative dei lavoratori e delle lavoratrici, si stanno aggravando”. Fino al prossimo 4 gennaio sciopero di ogni prestazione straordinaria aggiuntiva

È ripreso, dal 5 dicembre 2017, lo sciopero di ogni prestazione straordinaria ed aggiuntiva, proclamato da Slc-Cgil Emilia Romagna, per tutto il personale Poste Italiane.

Slc-Cgil riscontra, infatti, un servizio di consegna scadente, dovuto alla carenza del personale: uscite per pensionamento ed esodo, associate a tagli eccessivi.
I mercato privati, poco personale e continui distacchi comportano eccessive richieste di lavoro supplementare e straordinario; tali richieste, oltre a rendere critiche le condizioni lavorative del personale, non permettono di erogare un servizio di qualità.
Paradossalmente, in tutta la regione, prestano servizio centinaia di lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato, ai quali non vengono dare risposte in termini di stabilizzazione.

Condividi: