ESENZIONE IMU SULL'ABITAZIONE PRICIPALE: NOVITÀ IMPORTANTE PER I CONIUGI CON RESIDENZE DIVERSE

In caso di coniugi con residenze diverse, ciascuno dei due ha diritto all'esenzione dall'IMU sulla quota di possesso dell'abitazione in cui ha stabilito la propria residenza, se vi dimora effettivamente e non si tratta di una seconda casa, sfitta, o utilizzata solo per le vacanze, lo ha stabilito la Corte Costituzionale con una recente sentenza (Comunicato Corte Costituzionale).
I contribuenti che finora hanno pagato l'IMU sull'abitazione in cui hanno la residenza anagrafica, se possono dimostrare che non si tratta di una residenza fittizia, ad esempio documentando l'ammontare dei consumi delle utenze, possono chiedere il rimborso entro 5 anni dal giorno del versamento.
Condividi: