Nuovo infortunio sul lavoro in un cantiere edile: Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil chiedono leggi e tutele speciali

L’ennesimo infortunio grave sul lavoro - accaduto nel pomeriggio del 25 giugno, in un cantiere edile situato in via Ragazzena a Castiglione di Cervia - ha coinvolto un lavoratore di 61 anni.
In attesa degli accertamenti da parte delle autorità competenti per definire le responsabilità̀ e le dinamiche esatte dell’accaduto, Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil della provincia di Ravenna esprimono la propria vicinanza alla famiglia del lavoratore e ritengono comunque vergognoso che ancora una volta avvengano incidenti così gravi a lavoratori oltre i sessant’anni, i quali sono maggiormente a rischio in un settore pericoloso e usurante come quello edile. Per questo affermano con forza che occorrono leggi e tutele speciali per chi opera in lavori disagiati come questi.
Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil ritengono necessario che nei cantieri siano applicate tutte le corrette procedure e le norme in materia di sicurezza al fine di evitare situazioni così drammatiche. L’impegno di tutti deve essere quello di lavorare in modo serio, professionale e nel rispetto delle regole, in sinergia con gli enti paritetici dell’edilizia preposti alla formazione e prevenzione, in modo che incidenti come questi non accadano più.


Filca Cisl, Fillea Cgil, Feneal Uil di Ravenna

Condividi: