Immigrazione: vile striscione contro le Ong

Esprimiamo sdegno e preoccupazione per l'ennesimo grave atto di vigliaccheria alla stazione di Ravenna, dove nella giornata di martedì 12 giugno è comparso uno striscione chiaramente riconducibile alla vicenda Aquarius. “Colpire 1 ONG per educarne 100” proclama lo “straccio”, a firma (immancabile da qualche tempo) di Forza Nuova , uno slogan del passato che ci riporta alla memoria gli anni plumbei del terrorismo italiano che videro il sindacato in prima linea nella difesa dei valori democratici. Oggi come allora saremo in campo con determinazione e coerenza.
Il torpore della ragione che sta caratterizzando questi nostri tempi tormentati costringe a spiegare e giustificare persino il gesto piu umano e genuino che possa esistere: salvare vite di donne, uomini e bambini è un dovere morale a cui nessuno può e deve sottrarsi.
“I porti restino aperti a tutti”. Con questo messaggio saremo alla Darsena di Ravenna questo pomeriggio per partecipare al flash mob organizzato in solidarietà a quanti, vittima della disperazione, sono costretti ad abbandonare il proprio Paese per cercare altrove la dignità e la tranquillità che, con arroganza, si vorrebbe loro negare.
Condividi: