Avvio della campagna di mobilitazione con iniziative sul territorio per i lavoratori della distribuzione cooperativa da più di 4 anni senza contratto

I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UiltucsUil comunicano l’avvio della mobilitazione per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro del settore della distribuzione cooperativa.
Il contratto è scaduto da oltre quattro anni e non si intravede nonostante gli scioperi svolti negli ultimi anni, l’ultimo il 22 dicembre scorso, possibilità di rinnovo.
Le cooperative di consumo vogliono ridurre il salario e i diritti acquisti nelle precedenti tornate contrattuali e i tentativi, da parte sindacale, di ricercare soluzioni ragionevoli per il rinnovo sono andati a vuoto, in quanto le imprese hanno impedito ogni positiva soluzione.
Dal mese di marzo è stata avviata una campagna di comunicazione nazionale su media e social a supporto del rinnovo ed è prevista una campagna informativa verso soci e consumatori per mettere in evidenza il tentativo delle associazioni cooperative di ridurre le condizioni normative e salariali delle lavoratrici e dei lavoratori del settore.
Nella provincia di Ravenna il contratto nazionale è in specifico applicato alle lavoratrici e ai lavoratori di Coop Alleanza 3.0 e a tutte le aziende che fanno parte del gruppo, per un totale di circa un migliaio di addetti.
La campagna informativa nella nostra provincia partirà con l’attivo unitario delle Rsu sindacali previsto per la mattinata del prossimo 13 aprile e si articolerà in una serie di iniziative che prevedono: volantinaggi davanti a tutti i ventuno punti vendita presenti a Ravenna, Lugo, Faenza, Cervia, nel forese ravennate e nei comuni della Bassa Romagna e della Romagna faentina; volantinaggi nei mercati settimanali ed in centro città; assemblee in tutti i luoghi di lavoro.
Successivamente le azioni informative potranno essere rafforzate anche da iniziative di mobilitazione, seguendo il percorso nazionale, se non si modificherà l’atteggiamento delle centrali cooperative.
Condividi: