Prima di assumere bisogna verificare

E’ assolutamente indispensabile verificare la nazionalità del lavoratore/trice che si intende assumere

► Se la nazionalità è comunitaria appartiene ad uno dei seguenti Paesi
Europei (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito (in fase di transizione per uscire dalla UE ), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria) in questo caso si può procedere all’assunzione.

► Se la nazionalità non appartiene al gruppo dei Paesi sopraccitato significa che è extra-comunitaria. In questo caso è opportuno controllare attentamente la documentazione in possesso del lavoratore/trice. Oltre al documento di identità o equipollente (es. passaporto) occorre verificare che sia in possesso di regolare permesso di soggiorno in corso di validità.
Nel caso in cui il permesso di soggiorno sia scaduto il lavoratore/trice deve
essere in possesso delle ricevute della posta attestanti la richiesta del rinnovo.

► Nei rapporti di lavoro che prevedono la convivenza familiare per lavoratori/trici extra-comunitari occorre denunciarne la presenza all’autorità di Pubblica Sicurezza del proprio Comune (Questura per il Comune di Ravenna, Lugo, Faenza e Polizia Municipale per gli altri Comuni) entro le 48 ore dall’avvenuta ospitalità.