Proclamato lo stato agitazione alla Sica

In data odierna i lavoratori e le lavoratrici della Sica di Alfonsine si sono riuniti in un’assemblea - convocata da Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil - per discutere della trattativa, in merito al contratto integrativo aziendale, avviata nello scorso ottobre.
Dopo otto incontri, l’azienda, operante nel settore metalmeccanico, ha annunciato l’intenzione di abbassare il reddito percepito dai lavoratori tramite l’inserimento nel contratto di obiettivi difficilmente raggiungibili.
Per tali motivazioni, l’assemblea dei lavoratori, congiuntamente alle sigle sindacali, ha proclamato lo stato di agitazione a partire dalla data odierna. Da lunedì ci sarà il blocco degli straordinari e dei turni. Non si esclude, se non si giungerà a un accordo, l’adozione di ulteriori iniziative in difesa dei lavoratori.

Fiom, Fim e Uilm

Notizie in primo piano

Il caso del lavoratore licenziato in Marcegaglia deve aprire una riflessione sulle condizioni dei lavoratori in un medesimo sito produttivo

Il caso del lavoratore licenziato in Marcegaglia deve aprire una riflessione sulle condizioni dei lavoratori in un medesimo sito produttivoNon ci possono essere lavoratori che sono fianco a fianco ma che beneficiano di differenti diritti

continua a leggere >

La Fiom Cgil nel 2019 consolida la presenza nel territorio faentino in termini di iscritti e delegati, ma la cassa integrazione è in ripresa

La Fiom Cgil nel 2019 consolida la presenza nel territorio faentino in termini di iscritti e delegati, ma la cassa integrazione è in ripresa“Un numero sempre crescente di piccole e grandi aziende metalmeccaniche ricorrono agli ammortizzatori sociali”

continua a leggere >

Si definisce la vertenza Tozzi Sud Spa e Tozzi Srl in merito al licenziamento collettivo annunciato a dicembre 2018

Si definisce la vertenza Tozzi Sud Spa e Tozzi Srl in merito al licenziamento collettivo annunciato a dicembre 2018

continua a leggere >