SUPPLENZE ATA: il 22 novembre incontro MIUR/Sindacati

L’intervento tempestivo della FLC CGIL e degli altri sindacati sblocca la situazione. Basta con la clausola “fino all’avente diritto”

Sollecitata dalla FLC CGIL e dagli altri sindacati, è arrivata dall’Ufficio di Gabinetto del MIUR la convocazione dei sindacati scuola per un incontro in cui affrontare, come richiesto, le problematiche del personale ATA, in particolare quelle legate all’apposizione del termine sui contratti a tempo determinato con la clausola “fino all’avente diritto”. Tale clausola, da sempre contestata dalla FLC CGIL, è diventata ora insostenibile a seguito dell’invio alle scuole da parte della Ragioneria Generale dello Stato della recente nota di cui abbiamo dato notizia precedentemente. La data fissata per l'incontro è quella di mercoledì 22 novembre 2017 alle ore 10. In quell’occasione ribadiremo con forza le nostre richieste al fine di superare lo stato di abbandono in cui versano le segreterie. Esse sono il frutto di un ascolto attento e partecipato delle istanze che provengono dalle segreterie e dai lavoratori precari. È questione di dignità del lavoro di circa 200.000 colleghe e colleghi che ogni giorno si impegnano per far funzionare le istituzioni scolastiche, a beneficio della collettività.

Notizie in primo piano

LEGGE DI BILANCIO 2018: le memorie presentate dalla FLC CGIL nel settore scuola

LEGGE DI BILANCIO 2018: le memorie presentate dalla FLC CGIL nel settore scuolaChiesto un fondo ad hoc per la qualità dell’offerta formativa

continua a leggere >

Elezioni RSU: i sindacati “avviare le procedure per il rinnovo nel 2018”

Elezioni RSU: i sindacati “avviare le procedure per il rinnovo nel 2018”CGIL, CISL e UIL chiedono all’ARAN di definire il calendario e la data del voto per tutti i comparti pubblici

continua a leggere >

Personale ATA: il Mef annuncia la mancata conferma dei contratti ex art. 59. Una beffa che non intendiamo subire

Personale ATA: il Mef annuncia la mancata conferma dei contratti ex art. 59. Una beffa che non intendiamo subire Pretendiamo il rispetto degli accordi. Richiesto un incontro urgente

continua a leggere >