#DSagricola2018 è l'ora!

Gli uffici e gli sportelli a cui rivolgersi, gli orari di ricevimento e i documenti indispensabili per richiedere l'indennità di disoccupazione agricola 2018

Scade il 31 marzo il termine per la presentazione delle domande di disoccupazione agricola e assegni familiari relative al lavoro prestato nell'anno 2017. Se nel corso dell'anno passato hai lavorato in agricoltura con un contratto a termine (anche solo per una giornata), vieni a trovarci per verificare il diritto all'indennità ed inviare la domanda all'Inps.

Clicca qui per informazioni e dettagli sugli orari, gli uffici e gli sportelli a cui potrai rivolgerti. E nel caso ti fosse impossibile rispettare le date indicate, fissa un appuntamento con i nostri operatori.

Occhio, però, a non ridurti all'ultimo minuto! Il 31 marzo è un prefestivo. Prenota per tempo il tuo appuntamento, non rischierai di arrivare fuori tempo massimo... ed eviterai code e attese allo sportello 

Documenti necessari
1. Modello Inps SR163 già compilato dalla vostra banca (scaricabile qui), SOLO nel caso in cui abbiate cambiato codice Iban, o banca, oppure se l'anno passato non avevate il modulo corretto che comprendeva il codice fiscale sua sul fronte che sul retro
2. Carta di identità
3. Codice Fiscale (anche del coniuge)
4. Permesso di soggiorno per i cittadini di paesi extracomunitari
5. Tutte le buste paga dell'anno 2017
6. Copia dei contratti di lavoro sottoscritti nell'anno 2017 (anche relativi ad attività non agricole)
7. Prospetto Inail liquidazione infortunio
8. Prospetto Inps liquidazione malattia-maternità
Richiedi anche l'assegno familiare
9. Codice fiscale dei componenti il nucleo familiare
10.Denuncia redditi del nucleo familiare per gli anni 2015 e 2016 (porta con te 730 e CU oppure Mod. Unico ex 740 e CU)
11.In caso di separazione o divorzio, verificare che l'autorizzazione sia valida

NB. In presenza di reddito da lavoro autonomo, per avere diritto agli assegni familiari, il 70% del reddito complessivo deve essere da lavoro dipendente.
Integrazione malattia e infortunio - Fondo FIMAV
Il Fimav è il Fondo integrativo per malattia e infortuni dei lavoratori agricoli, istituito in Provincia di Ravenna dai Sindacati di Categoria CGIL, CISL, UIL e dalle Associazioni dei Datori di Lavoro, in ottemperanza a quanto previsto dal Contratto Collettivo Nazionale e dal Contratto Integrativo Provinciale.

Il Fondo opera al fine di integrare le prestazioni assistenziali in favore degli operai agricoli ed eroga in particolare:

1. Integrazioni salariali per i casi di malattia e infortunio
2. Contributi per aggiornamenti professionali
3. Contributi ai portatori di handicap


Notizie in primo piano

Flai Cgil ER: 8 ore di sciopero e blocco di straordinari e flessibilità il 2 dicembre

Flai Cgil ER: 8 ore di sciopero e blocco di straordinari e flessibilità il 2 dicembre

continua a leggere >

Elezioni Rsu al Gruppo Cevico di Lugo: en plein della Flai Cgil

Elezioni Rsu al Gruppo Cevico di Lugo: en plein della Flai CgilFlai Cgil: "Risultato straordinario che ci consegna una responsabilità che onoreremo"

continua a leggere >

Cambiare la Fornero, la Flai raccoglie le firme

Cambiare la Fornero, la Flai raccoglie le firmeAl via la campagna “Una firma per proteggere la tua pensione e i tuoi diritti”. Tre i punti fondamentali: modifica della riforma del 2011, revisione della legge 335/1995, possibilità di accedere all’Ape per gli addetti del settore

continua a leggere >