#Caporalato, Flai Cgil «ancora in campo»

Con le «Brigate del Lavoro», nelle campagne pugliesi, al fianco dei lavoratori agricoli per chiedere diritti, salario, applicazione dei contratti e della legge 199/2016

Un’azione straordinaria di presidio e di pressione nei confronti delle istituzioni, affiché la legge 199 venga applicata e sia uno strumento reale di cambiamento delle modalità con cui caporali, faccendieri e aziende colluse gestiscono buona parte del mercato agricolo. Questo il senso di «Ancora in campo», il progetto della Flai Cgil nazionale che questa estate ha invaso le campagne pugliesi con l'azione delle «Brigate del Lavoro», pattuglie di sindacalisti e attivisti sindacali provenienti da tutta Italia, che hanno passato al setaccio le aziende agricole della regione, per incontrare lavoratrici e lavoratori, e quanti sono quotidianamente impegnati nel lavoro dei campi, per informarli sulle novità legislative, la disoccupazione agricola, gli assegni familiari: in una parola sui loro diritti. Perché, solo se i lavoratori conoscono i loro diritti, li possono rivendicare.

Perché la Puglia? Perché lì Flai Cgil ha condotto le prime campagne di comunicazione e di lotta, sono state svolte manifestazioni e c'è stato un grande impegno nella denuncia dello sfruttamento e del caporalato, ma dalla Puglia sono anche arrivati pesanti attacchi alla Legge 199 da sedicenti imprenditori che immaginano di continuare a fare profitti sulla pelle dei lavoratori.

«All'iniziativa – ha spiegato Raffaele Vicidomini, segretario generale Flai Cgil della provincia di Ravenna – non poteva mancare l'adesione ed il contributo della Flai di Ravenna, che ha preso parte alle attività svolte nelle campagne del leccese durante il mese di agosto».

«La battaglia contro il lavoro irregolare e contro vecchie e nuove forme di caporalato non ha confini geografici – ha proseguito Vicidomini – occorre la massima attenzione su tutto il territorio. Non esistono isole felici».

Sfoglia la galleria fotografica

Notizie in primo piano

Condotta antisindacale di Agrintesa

Condotta antisindacale di AgrintesaIl tribunale di Ravenna condanna la cooperativa anche al risarcimento del danno alla lavoratrice che venne licenziata illegittimamente

continua a leggere >

La Flai Cgil di Ravenna sarà a Roma il 5 luglio per partecipare all'iniziativa contro la ratifica del trattato Ceta

La Flai Cgil di Ravenna sarà a Roma il 5 luglio per partecipare all'iniziativa contro la ratifica del trattato Ceta

continua a leggere >

Imprese ortofrutticole, siglato il nuovo contratto

Imprese ortofrutticole, siglato il nuovo contrattoAumento medio di 65 euro e passi avanti su scatti di anzianità e maggiorazioni degli straordinari

continua a leggere >